Quantcast FullSoul Sandal

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito web utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne autorizzi l’uso.

Menu

Lizard FullSoul

Per tutti coloro che amano camminare scalzi, ma vogliono evitare sporco, ferite e sguardi strani della gente, FullSoul è il sandalo perfetto.
FullSoul è un sandalo ultra minimalista, realizzato da un solo pezzo di pelle sottile, senza cuciture, rivetti o colla. Grazie a una cinghia sottile, la suola in pelle aderisce al piede come una seconda pelle.
Il sandalo viene tagliato in un solo pezzo da pelle bovina (100% concia vegetale) e rifinito manualmente. 
Con il suo design raffinato ed elegante, il FullSoul si è aggiudicato il premio ISPO Award 2016/17 nel settore Outdoor.

ACQUISTALO ORA. CLICCA QUI.

Foro posteriore
Il foro nella parte posteriore permette al tallone di sporgere da dietro – cosa piuttosto inusuale per una scarpa normale!  Grazie al profilo arrotondato e al fatto che non sono presenti punti di pressione sul tallone, FullSoul si adatta al piede perfettamente, senza scivolare e senza rischio di vesciche.
La parte aperta del tallone è il meccanismo per la regolazione della tensione del cinturino di pelle. La parte sporgente del cinturino può essere legata sul lato opposto ma ciò non è necessario  per stringere l’allacciatura.

Il sistema di allacciatura
Il riorientamento del cinturino in pelle di 180 gradi risponde al principio fisico della carrucola così che, anche con il bagnato non è necessario stringere i lacci.
Questo sistema è stato trovato in alcune scarpe del Medioevo.

I cinturini
I cinturini di pelle sottili sono un pezzo unico con il resto del sandalo. I cinturini sono trattati in maniera speciale, vengono fresati, sabbiati e lavorati con cere e oli per pelle. L’assenza di cuciture e asole metalliche rende questa soluzione estremamente longeva (sono stati ritrovate salme nelle paludi con parti di vestiti e scarpe in pelle ancora intatti ad eccezione delle cuciture).

L’infradito
La parte nascosta ma meccanicamente più importante del FullSoul è  l’infradito. Esce dalla suola con una rotazione di 90 gradi garantendo stabilità e impedendo al piede di muoversi in avanti. Inoltre è fissato nella parte superiore del piede tenendo bloccata la suole.

Cinturini laterali
I cinturini sono posizionati rispettivamente alla destra e alla sinistra del piede, garantendo stabilità laterale senza generare punti di pressione.

La suola: una seconda pelle
La suola si comporta come una seconda pelle: la pelle è il materiale perfetto, grazie alla sua capacità di assimilare i picchi di pressione, il sudore e di adattarsi  gradualmente alla forma del piede. In conciata vegetale. Conceria europea. 

Stabilità
Il sottile cinturino in pelle intrecciata conferisce alla zona anteriore la giusta stabilità, cosi da non ripiegarsi verso il basso anche in condizioni di bagnato e fango. Questo può essere altrimenti ottenuto solo con suole relativamente dure e spesse.

Design centrale
Il design centrale è la parte in cui il singolo cinturino si divide in due, come un tronco d’albero che si divide in due rami.
Questo punto visivamente e meccanicamente critico della scarpa è qui risolto di nuovo con grande semplicità, senza cuciture o metallo o senza  incroci angoli e bordi.

Il FullSoul runningpad è stato premiato nel 2016/2017 con il premio ISPO come „metaproduct runniungpad & style“. Il suo predecessore, il „freeheel runningpad“ ha ricevuto il premio ISPO nel 2012. Il peso è circa 105g nella scarpa numero 41, con pelle più fina anche meno. Corridori esperti possono utilizzare queste scarpe per completare una maratona su strada e anche la corsa in montagna. Attenzione comunque: c’è un alto rischio di infortuni causati dall’allenamento eccessivo.

FullSoul la storia
L’idea del FullSoul è dell’appassionato camminatore scalzo Martin Daumer, che ha tratto ispirazione dall’ipotesi evolutiva che l’uomo sia nato per correre. Per molti anni ha sviluppato e testato diversi prototipi di calzature minimaliste. Un primo passo importate è stata la vittoria dell’Ispo Award 2012 con il modello freeheel runningpad®. La riconferma è arrivata nel 2016 con il secondo ISPO AWARD  vinto con il modello FullSoul.l.